Tu sei qui:  Homepage : Educazione stradale
ULTIMI INSERIMENTI   CONTATTI   MAPPA DEL SITO   

   Homepage

Homepage
Educazione stradale
INDIETRO

La Patente a Punti

Recupero Punti Patente

La Patente Europea

Il Codice stradale

Educazione stradale

Idoneità alla guida dei ciclomotori

Le lezioni

Il Parco Auto

FAQ sulla Patente

News


Aggiornamenti
26/09/2017
 Homepage
16/04/2010
 Ritiro della patente
29/06/2006
 FAQ sulla Patente

Educazione stradale


Se vuoi circolare con veicoli a motore devi avere: 
  • la patente, che da cartacea sta diventando elettronica;
  • il certificato di proprietà;
  • la carta di circolazione, quello che comunemente chiamiamo "libretto";
  • il certificato di assicurazione obbligatoria.
L’art. 116 del C.d.S. elenca varie categorie di patenti, ora realizzate secondo un modello comunitario, che abilitano alla guida dei veicoli indicati per le rispettive categorie:
  • Motoveicoli di massa complessiva sino a 1,3 t;
  • Motoveicoli, esclusi i motocicli, autoveicoli di massa complessiva non superiore a 3,5 t e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, non è superiore a otto, anche se trainanti un rimorchio leggero ovvero un rimorchio che non ecceda la massa a vuoto del veicolo trainante e non comporti una massa complessiva totale a pieno carico per i due veicoli superiore a 3,5 t
  • Autoveicoli, di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, anche se trainanti un rimorchio leggero, esclusi quelli per la cui guida è richiesta la patente della categoria D;
  • Autobus ed altri autoveicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto, anche se trainanti un rimorchio leggero;
  • Autoveicoli per la cui guida è richiesta la patente delle categorie B, C e D, per ciascuna delle quali il conducente sia abilitato, quando trainano un rimorchio che non rientra in quelli indicati per ciascuna delle precedenti categorie; autoarticolati destinati al trasporto di persone e autosnodati, purché il conducente sia abilitato alla guida di autoveicoli per i quali è richiesta la patente della categoria D; altri autoarticolati, purché il conducente sia abilitato alla guida degli autoveicoli per i quali è richiesta la patente della categoria C.

Le patenti di guida delle categorie C e D sono valide, rispettivamente, anche per la guida dei veicoli per i quali è richiesta la patente della categoria B e per quella dei veicoli per i quali è richiesta la patente delle categorie B e C, mentre con le altre categorie di patenti è consentito condurre esclusivamente i veicoli previsti dalla specifica categoria.

Da qualche tempo è entrata in vigore la PATENTE A PUNTI (leggi l’articolo). All’atto del rilascio ad esse viene attribuito un valore di 20 punti. Tale punteggio subisce decurtazioni, nella misura indicata nella tabella allegata all’articolo, a seguito della violazione di una delle norme per le quali é prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente ovvero di una tra le norme di comportamento di cui al titolo V del C. di S. Ecco, in sintesi, una tabella riepilogativa delle infrazioni che comportano la perdita di punti.

10 PUNTI
  • superamento dei limiti di velocità di oltre 40 Km/h
  • sorpassi azzardati
  • circolare sulle corsie di emergenza
  • guidare in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’influenza di stupefacenti

5 PUNTI
  • inosservanza delle norme sulla precedenza
  • passaggio con semaforo rosso
  • omesso uso delle cinture di sicurezza

4 PUNTI
  • omesso uso dell’auricolare quando si parla col telefonino
3 PUNTI
  • inosservanza della distanza di sicurezza
  • uso improprio degli abbaglianti
  • omesso uso del casco
  • inosservanza delle norme di prudenza e precedenza nei confronti dei pedoni
2 PUNTI
  • inosservanza della segnaletica stradale o dei segnali degli agenti del traffico
  • uso improprio delle frecce
  • gomme lisce
1 PUNTO
  • inosservanza delle norme sul trasporto di persone, animali ed oggetti (sovraccarico e soprannumero)
  • mancanza momentanea dei documenti (patente, etc.)
Alla perdita totale del punteggio il titolare della patente deve sottoporsi di nuovo all’esame di idoneità tecnica .

Per le patenti rilasciate dopo il 1° ottobre 2003 la decurtazione dei punti viene raddoppiata entro i primi 3 anni dal rilascio.

Al di là di tutto ciò, chi guida deve regolare la velocità nei tratti di strada dove c’è una visibilità limitata, nelle curve e in altri luoghi dove ci siano appositi cartelli, in prossimità di scuole, etc..

  (Aggiornamenti: 19/05/2006)
Homepage . La Patente a Punti . Recupero Punti Patente . La Patente Europea . Il Codice stradale . Educazione stradale . Idoneità alla guida dei ciclomotori . Le lezioni . Il Parco Auto . FAQ sulla Patente . News ]